img
img

Lepidottero

Anaconda

Procione

Ara

Amazzone

Iguana

Tigre

Gli zoo, nel senso più ampio del termine, sono strutture molto antiche. Timidi tentativi in tal senso si annoverano già in epoche remote.. continua >> Oggi il concetto stesso di “zoo” provoca immediate reazioni in gran parte della gente, spesso contrastanti ed opposte.. continua >> Gli zoo non sono strutture qualsiasi, avendo a che fare con centinaia di esseri viventi totalmente dipendenti, pur.. continua >>

Ricerca

Il nostro Centro organizza ed ha partecipato attivamente a ricerche scientifiche con Università ed Istituti nazionali ed esteri quali per esempio, tanto per citare le più recenti:

• ricerca a lungo termine sulla fisiologia riproduttiva e relativi profili ormonali dell’ORSO DAL COLLARE ASIATICO (Selenarctos thibetanus), organizzata e condotta dall’ IZW (Institut fur zoo und wildtierforschung) di Berlino / Germania nel 2001-2002;

• ricerca nel 2005 sulla Leishmania ed altri parassiti nell’ORSO DAL COLLARE ASIATICO (Selenarctos thibetanus), a cura dell’Università di Pisa, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dipartimento di Patologia Animale, Profilassi ed Igiene degli Alimenti;

• ricerca nel 2006/2007 sull’uso del contraccettivo Deslorelin per il controllo delle nascite nei ns. maschi di ORSO DAL COLLARE ASIATICO (Selenarctos thibetanus), a cura dell’Università di Padova, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Scienze Cliniche Veterinarie, dell’Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Produzione Animale e del Centro Veterinario 'Einaudi' di Bari;

• ricerca nell'ORSO DAL COLLARE ASIATICO (Selenarctos thibetanus) intitolata 'Testosterone Level Assessment after Gnrh Stimulation Test in Adult Asiatic Black Bears', curata dall'Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, e dal Centro Veterinario 'Einaudi' di Bari, presentata come comunicazione al SIRA Meeting di Alghero (SS) nel maggio 2007;

• ricerca nel 2006/2007 sulla valutazione dei parametri elettrocardiografici dell’ORSO DAL COLLARE ASIATICO (Selenarctos thibetanus) in stato di sedazione, a cura dell’Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Salute e Benessere Animale, dell’Università di Padova, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Scienze Cliniche Veterinarie, dell’Università di Padova, Dip.to di Scienze Agricole e Forestali e del Centro Veterinario 'Einaudi' di Bari; presentata come poster nel maggio 2007 all'IZW (Institute for Zoo and Wildlife Research) Meeting di Edimburgh / UK;

• ricerca nel 2005/2006 sui dati elettroforetici dell’ORSO DAL COLLARE ASIATICO (Selenarctos thibetanus), a cura dell’Università di Padova, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Scienze Cliniche Veterinarie e Dip.to di Scienze Agricole e Forestali, presentata come poster nel maggio 2007 all'IZW (Institute of Zoo and Wildlife Research) Meeting di Edimburgh / UK;

• ricerca sull'immobilizzazione con anestetici dell'ORSO DAL COLLARE ASIATICO (Selenarctos thibetanus) a cura del Centro Veterinario 'Einaudi' di Bari, realizzata nel 2008 e pubblicata nello stesso anno sulla rivista americana PubMed dell'U.S. National Library of Medicine and the National Institutes of Health e sulla rivista americana Journal of Zoo and Wildlife Medicine con il titolo 'Reversible immobilization of asiatic black bear with detomidine-tiletamine-zolazepam and atipamezole';

• ricerca intitolata 'Hematological and serum biochemical values of captive Asiatic Black Bear' sui valori ematici nell'ORSO DAL COLLARE ASIATICO (Selenarctos thibetanus), a cura dell'Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, e del Centro Veterinario 'Einaudi' di Bari, presentata come poster all'International Conference on Disease of Zoo and Wild Animals, tenutasi nel maggio 2009 a Bekse-Bergen in Olanda;

• International Survey del 2001 per l’ORSO POLARE (Ursus maritimus), edito dallo zoo di Parigi / Francia;

• Abb Tusk Survey sulla tecnica riguardante i RECINTI PER ORSI, organizzato dallo zoo di Bad Fischau / Austria nel 2000;

• Marine Mammal Tag Space Survey del 2001 per il DELFINO NASO A BOTTIGLIA (Tursiops truncatus), edito dallo zoo di Rhenen / Olanda;

• partecipazione alla compilazione di dati nel 2012 per uno studio sullo status delle vitamine nel DELFINO NASO A BOTTIGLIA (Tursiops truncatus) presso delfinari e parchi zoologici europei, edito da Universitat Zurich / Svizzera e dagli zoo di Duisburg e Nurnberg / Germania;

• partecipazione alla compilazione di dati per una ricerca sulle patologie oftalmiche dei PINNIPEDI in cattività, organizzata nel 2000 dall'Università di Parma, Facolta di Medicina Veterinaria, Istituto di Clinica Medica Veterinaria;

• ricerca a lungo termine (1999 - 2004) sul profilo ormonale e sui cicli ovarici di ELEFANTI femmine, in particolar modo sull’esemplare di femmina africana di Fasano, a cura del DPZ (Deutsches Primatenzentrum, Abteilung Reproduktionsbiologie) di Gottingen / Germania;

• partecipazione alla compilazione di dati nel 2011 sulle patologie da Clostridium sp. negli ELEFANTI AFRICANI (Loxodonta africana) ed ELEFANTI ASIATICI (Elephas maximus), curata dal Budapest Zoo and Botanical Garden / Ungheria;

• partecipazione alla compilazione di dati sui RECINTI PER ELEFANTI, realizzata nel 2003 dall'European Elephant Group di Grunwald / Germania;

• partecipazione alla compilazione di dati sugli ELEFANTI IN CATTIVITA', per il Survey realizzato nel 2011 a cura del Centre for Animal Welfare and Ethics della University of Queensland / Gatton / Australia;

• ricerca sulla valutazione dell’efficacia dell’ivermectina per il controllo degli Strongilidi intestinali nella ZEBRA DI GRANT (Equus burchelli), a cura dell’Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Sanità e Benessere Animale, sezione di Parassitologia e Malattie Parassitarie;

• ricerca dal 2004 al 2007 relativa alla febbre catarrale nel BISONTE AMERICANO (Bison bison), a cura dell'Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Sanità Pubblica e Benessere degli Animali, pubblicata nel 2008 sulla rivista americana PubMed dell'U.S. National Library of Medicine and the National Institutes of Health e sulla rivista americana Journal of Veterinary Diagnostic Investigation con il titolo 'Malignant Catarrhal Fever in a captive American Bison in Italy';

• partecipazione alla compilazione di dati sui GORILLA (Gorilla gorilla) per la ‘Gorilla Haven Gazette’ dello zoo di Columbus /Ohio /Usa dal 2001;

• partecipazione alla compilazione dei dati sull’ALIMENTAZIONE DEI GORILLA (Gorilla gorilla) in cattività, presentata dallo zoo di Leipzig/Germania in occasione della 4th European Zoo Nutrition Conference del 2005;

• partecipazione alla compilazione dei dati per progetto internazionale realizzato nel 2005 sulla valutazione nutrizionale delle DIETE DEI GORILLA (Gorilla gorilla) negli zoo in ambito EEP, realizzato dal Royal Veterinary College della University of London/Inghilterra e dall’Institute of Zoology della Zoological Society of London / Inghilterra, con la partecipazione del Dipartimento Nutrizione Animale dello Zoo di St. Louis / Missouri /Usa e dell’AZA Ape Taxon Advisory Group;

• partecipazione alla compilazione dei dati sui RICOVERI NOTTURNI PER I GORILLA (Gorilla gorilla), effettuata nel 2004 dall’Università di Tuebingen / Germania, Dept. Physiology and Animal Ecology;

• partecipazione nel 2011 alla compilazione di dati sull'allevamento in cattività dei GORILLA (Gorilla gorilla), intitolato 'Gorilla Rearing Status/EEP Approved' ed organizzato dalla Australian National University;

• ricerca del 2002 con raccolta di campioni di Dna di GORILLA (Gorilla gorilla) e di SCIMPANZE’ (Pan troglodytes) presso lo Zoosafari di Fasano, presentata nello stesso anno al Congresso GEFI (Genetisti Forensi Italiani) di Verona da parte del Simef (Studio Indagini Mediche e Forensi) di Reggio Calabria, riguardante la validazione di kit forensi per l’analisi di Dna umano e non umano in ambito giudiziario;

• ricerca tra il 2006 ed il 2009 per uno studio in ambito genetico intitolato 'Evaluation of integrins and sarcoglycans in masseter muscle of chimpanzees: an immunohistochemical and molecular study', con prelievi effettuati sui muscoli masseteri nello SCIMPANZE’ (Pan troglodytes) e nel BABBUINO AMADRIADE (Papio hamadryas), a cura dell’Università di Chieti-Pescara, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Dipartimenti di Ortodonzia e di Genetica Medica, dell'Università di Messina, Dipartimento di Biomorfologia e Biotecnologie, dell'Università di Roma 'La Sapienza', Dipartimento di Medicina Sperimentale, dell'Università di Roma 'Tor Vergata', Dipartimento di Biologia, e del Centro di Ricerca sull'Invecchiamento della Fondazione 'G. D'Annunzio' di Chieti-Pescara;

• ricerca nel 2005/2006 sulle zoonosi potenzialmente trasmesse dal BABBUINO AMADRIADE (Papio hamadryas) a cura dell’Università di Bologna, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Patologia Animale, presentata nel 2008 anche come comunicazione al Congresso Nazionale SO.I.PA. di Pisa, con pubblicazione sulla rivista scientifica 'Parassitologia';

• ricerca nel 2005 sulle parassitosi nel BABBUINO AMADRIADE (Papio hamadryas), a cura dell’Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dipartimento di Sanità e Benessere Animale;

• ricerca nel 2007/2008 intitolata 'Studio della più grande comunità di BABBUINO AMADRIADE (Papio hamadryas) esistente in cattività (Zoosafari di Fasano), con particolare riferimento al fenomeno dell'infanticidio', realizzata con l'Università di Pisa, Facoltà di Scienze, Dip.to di Scienze Ecologiche e della Biodiversità;

• partecipazione a ricerca del 2004 sui PRIMATI CONFISCATI ed ospitati presso i parchi faunistici, organizzata dall’Università di Torino, Facoltà di Scienze, Dipartimento di Biologia Animale e dell’Uomo;

• partecipazioni a lungo termine a programmi di PET-THERAPY DOLPHIN-THERAPY per disabili, in collaborazione con Associazioni di categoria quali l’Arion di Roma e la Società Italiana di Pedagogia Etologica, Istituti di Ricerca Medica, ecc., cessate comunque alcuni anni addietro per sopraggiunte normative limitative;

• partecipazione nel 2005 a studio pratico sulla situazione dei GRANDI FELINI in cattività, organizzato dall’Università degli Studi di Milano, Facoltà di Medicina Veterinaria, Istituto di Zootecnica;

• partecipazione a ricerca nel 2009-2010 sulle stereotipie nei GRANDI FELINI in cattività, intitolata 'Estudio de las relaciones entre las condiciones de cautiverio y la aparicion de estereotipias en tigres (Panthera tigris) y leopardos (Panthera pardus)' e promossa dalla Universidad Autonoma de Madrid (Spagna), Facoltà di Scienze, Dip.to di Biologia;

• realizzazione presso lo Zoosafari di Fasano nel 2005 del “Corso teorico-pratico di Formazione per Medici Veterinari degli Animali Selvatici e da Zoo” relativo alla “MEDICINA DEI GRANDI FELINI”, organizzato dall’associazione SivasZoo;

• ricerca effettuata nel 2004, riguardante il monitoraggio della funzionalità riproduttiva della TIGRE (Panthera tigris) mediante analisi degli ormoni fecali, a cura dell’Università di Padova, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dipartimento di Scienze Sperimentali Veterinarie;

• ricerca nel 2007 sull’uso del contraccettivo Deslorelin per il controllo delle nascite su femmine di TIGRE (Panthera tigris), a cura dell’Università di Padova, facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Scienze Cliniche Veterinarie, e dell’Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Produzione Animale;

• ricerca nel 2005 su impianti ormonali MGA inseriti in LEONESSE (Panthera leo) per il controllo delle nascite, organizzata dall’AZA (American Zoo Association), Contraceptive Advisory Group, e dall’University of California / Usa, Department of Veterinary Medicine, con la collaborazione anche dell’Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dipartimento di Sanità e Benessere degli Animali, e dell’Università di Messina, Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie; presentata come poster intitolato 'Short-Term Contraception in Zoo Felids (Panthera leo) using Melengestrol Acetate Implants - A Clinical Approach' al 39th Annual Meeting of the SSR (Society for the Study of Reproduction), tenutosi in Omaha / Nebraska /Usa in luglio/agosto 2006;

• ricerca sul LEONE (Panthera leo) intitolata 'Biochemical Characterization of MU-Opioid Receptor in Panthera leo Epididymal Sperm Cells', curata dall'Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria e presentata come poster al 39th Annual Meeting of the SSR (Society for the Study of Reproduction), tenutosi in Omaha / Nebraska /Usa nel luglio/agosto 2006;

• ricerca nel 2007 sulla caratterizzazione sierologica e molecolare di endoparassiti patogeni nel LEONE (Panthera leo) veicolati da zecche, a cura dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia e dell'Università di Messina, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Scienze Mediche Veterinarie, presentata come poster all'EAZWV (European Association of Zoo and Wildlife Veterinarians) Meeting tenutosi a Budapest / Hungary nel maggio 2006 e pubblicata nel 2007 sulla rivista americana Journal of Zoo and Wildlife Medicine;

• ricerca nel 2008 sulla valutazione della funzione motoria nel LEONE (Panthera leo) in cattività, a cura della Università di Teramo, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Semeiotica Chirurgica Veterinaria;

• poster sul LEOPARDO (Panthera pardus) intitolato 'Uterine Corpus and Cervix Fibroleiomyoma in a Leopard: case report', a cura dell'Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, presentato all'EAZW Meeting tenutosi a Leipzig / Germania in aprile/maggio 2008;

• ricerca nel 2007 sul sessaggio a mezzo lettura del Dna da piuma su esemplari di PINGUINO (Spheniscus humboldti), a cura dell’Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Produzione Animale, pubblicata nel 2008 sulla rivista scientifica americana Animal Reproduction Science con il titolo 'Dna Sexing in Humboldt Penguins from Feather Sample';

• ricerca nel 2007 sulla riproduzione assistita e programmi di conservazione ex situ dell'AVIFAUNA SELVATICA PROTETTA, a cura dell'Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Produzione Animale;

• ricerca nel 2008 riguardante la determinazione del sesso a mezzo PCR nell'EMU' (Dromaius novaehollandiae), a cura dell'Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Produzione Animale;

• ricerca nel 2008 riguardante la determinazione del sesso da membrana testacea mediante PCR-RFLP nella QUAGLIA GIAPPONESE (Coturnix japonica), a cura dell'Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Produzione Animale;

• ricerca nel 2006 sull’uso a scopi terapeutici di marbofloxacina nella TARTARUGA GUANCE ROSSE (Trachemys scripta elegans), a cura dell’Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dip.to di Salute e Benessere Animale, presentata come poster nel maggio 2007 all'IZW (Institute for Zoo and Wildlife Research) Meeting di Edimburgh / UK;

• poster sulla TARTARUGA GUANCE ROSSE (Trachemys scripta elegans), curato dall'Università di Bari, Facoltà di Medicina Veterinaria, intitolato 'Hematology Reference Range Values for Captive Red Eared Sliders' e presentato all'EAZW Meeting tenutosi a Leipzig / Germania in aprile/maggio 2008;

GENERAL EEP TAG SURVEY del 1999, organizzato dall’Eaza / Olanda;

• partecipazione nel 2005 alla compilazione di dati sulle attività di fornitura di ALIMENTI AGLI ANIMALI da parte dei visitatori nei parchi faunistici, a cura del Tama Zoological Park di Tokio / Giappone;

• partecipazione nel 2006 alla compilazione di dati sulle ATTIVITA’ DI DIDATTICA nei parchi zoologici di tutto il mondo, a cura dell’Istituto olandese Zoocollege;

• partecipazione nel 2011 alla compilazione di dati per lo studio sulle ATTIVITA' EDUCATIVE nei parchi zoologici, intitolato 'Zoo Education: A Comparative International Study of Zoo Intentions and the Visitor Experience', promosso dalla Murdoch University, School of Education, Murdoch (Western Australia);

• partecipazione nel 2012 alla compilazione di dati per il progetto di ricerca "ANALISI DELLE COMUNITA' VEGETALI nei Parchi Zoologici Italiani e Studio delle Relazioni Piante/Animali", a cura dell'Università degli Studi di Genova, Facoltà di Scienze, Dip.to per lo Studio del Territorio e delle sue Risorse 

ed innumerevoli altre collaborazioni di vario tipo con le Università locali e nazionali, a partire anche da semplici realizzazioni di tesi di laurea e tirocini, da ns. corsi di formazione per l’utilizzo di attrezzature per la telenarcosi (fucili, cerbottane, farmaci anestetici, ecc.) a favore di Aziende Unità Sanitarie Locali pugliesi e campane, e così via.

Utilizziamo cookie analytics di terze parti per migliorare l'esperienza d'uso del sito. Proseguendo con la navigazione si acconsente all'uso dei cookie; per negare il consenso, si rinvia all'informativa estesa. Per saperne di più privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito. Accetto